Amsterdam – A Metropolis between Tradition and modern life

Although Amsterdam is renowned for its traditional buildings, many wonderful examples of modern architecture, such as the ING House, can be found in Amsterdam as well. Amsterdam is also home to 40 museums. The traditional pubs in the city centre are also a favourite destination for visitors, as the area offers a unique and inviting atmosphere. And for those who simply prefer to fall into bed after a fulfilling and eventful day – no problem: Amsterdam has more than 30,000 hotel rooms to offer.

Schiphol

Amsterdam’s Schiphol airport is the most important airport in the country and is the hub of the European continent. On a yearly basis, 58 million passengers and more than 1.4 million tons of goods are processed through Schiphol's 2,787 hectares of space.

Air conditioning and lighting are very important for Schiphol's passengers as they move smoothly from check-in to take-off. The satisfaction of passengers at Schiphol depends on the availability of high-quality, long-lasting electrical equipment over the course of decades. This is why Schiphol uses Wöhner components and a Wöhner 60 mm busbar system. 

Schiphol is more than just an important intersection for European travel - it’s an airport where you can relax: more than 100 shops and 70 restaurants are on offer for Schiphol's passengers. The 60 mm busbar system from Wöhner provides a comfortable atmosphere in these areas of the airport.

The Wöhner system ensures that ventilation and air conditioning function perfectly in every lounge so that passengers can wait for their departure in complete comfort.

ING House

Directly on Ring A 10, you will notice an eye-catching, shoe-shaped building constructed on v-shaped stilts: this is the ING House. This main branch office of one of the world’s largest financial service providers comprises over 7,500 square metres and has already been honoured with multiple architecture awards.

The ING House has a “climate facade”. This means that it has a facade made entirely of glass that was built between 70 centimetres and a few metres in front of the actual facade of the building. Besides reducing street noise, the climate facade also draws in clean air from the side of the building that faces away from the motorway.

In order to ensure safe and efficient operation of the climate control and ventilation systems in the highly complex ING House, the space-saving and reliable 60 mm system from Wöhner was also installed here.

Amsterdam Arena

This multi-functional arena on the outskirts of Amsterdam has just celebrated its tenth birthday. This arena is not only home to Holland’s football series champions Ajax, but it also plays host to rock and pop greats like Robbie Williams. To guarantee the safety and security of fans at such big events, appropriate lighting and emergency lighting systems are necessary. The busbar system designed and produced by Wöhner ensures that thousands of people can enjoy themselves in safety at the Amsterdam Arena.

A.C.M.I. SpA – Linee per l’imballaggio

Termofardellatrice della A.C.M.I SpA di Parma, per linea di imbottigliamento.
Le termofardellatrici vengono utilizzate per imballare in confezioni multiple automaticamente con una pellicola speciale lattine, bottiglie di plastica e di vetro ed una grande varietà di prodotti preconfezionati del settore birra, softdrink, igiene, food e non-food.
La capacità di produzione di queste macchine va da 80 a 160 scatti/minuto, in funzione dal tipo di prodotto da imballare.
I quadri elettrici sono stati realizzati tra altri della GT Impianti con sistemi sbarre della Wöhner.

Allianz Lebensversicherungs-AG – Centro direzionale

Anche una Societá di Assicurazione desidera poter offrire ai suoi  dipendenti un’ ambiente di lavoro confortevole e piacevole. A ció contribuisce sicuramente un’ architettura funzionale con la integrazione di opere d’arte, idonee allo stile dell’ ambiente.

"Allianz Kai" é il nome di un nuovo complesso, costruito come sede del gruppo "Allianz Lebensversicherungs-AG" (assicurazioni vita) a Francoforte sul Meno (Frankfurt am Main). Nel 1997 é iniziato il bando di concorso per il progetto architettonico per una nuova costruzione su un area di 23.000 m2, direttamente sulla riva del grande fiume Meno, ed é stato vinto dallo studio architetto "HPP" (Hentrich-Petschigg & Partner). Fino all’ inaugurazione avvenuta nel gennaio 2002, in due anni di lavori sono stati consumati 62.000 m3 di cemento e 10.000 tonnellate di acciaio. In questo progetto di 250 Mio EUR sono stati impiegati 350 operai di 15 nazioni; centinaia di imprese hanno collaborato per le finiture e gli arredi.

Cosí nella "Theodor-Stern-Kai", una grande via che corre parallela al fiume Meno, é nato questo highlight architettonico, vicino al centro della cittá e ben accessibile a tutti. E’ un palazzo enorme, ma non appariscente, di 300 m di lunghezza e 80 m di larghezza, con un’ altezza di 60 m e con uffici per 2.500 dipendenti. In sostanza é stato realizzato un centro specialistico per il settore delle assicurazioni e di tutti i servizi correlati. Qui tutti gli esperti del settore si trovano sotto lo stesso tetto, con brevi distanze tra i loro vari uffici.

72.000 m2 di facciate in vetro sono sinonimo di chiarezza e trasparenza. All’ interno dell’ edificio si trova una "galleria trasparente", lunga 166 m ed alta 24 m, la cosiddetta "Magistrale", la quale rappresenta il cuore di tutta la struttura, la "strada principale" che collega le varie zone di questo imponente palazzo, con un notevole "traffico" di dipendenti e visitatori. "La trasparenza di questa Magistrale", dice l’ architetto Joachim H. Faust, "consente di orientarsi e di vedere. In questa casa nasce una comunicazione dal interno verso l’ esterno e viceversa. Qui si vive in un’ atmosfera di luce, diversa in ogni momento della giornata."

L’ architettura del "Allianz Kai" é arricchita da una collezione di "corporate art", l’ abbinamento di vari opere d’ arte, in sintonia con lo stile architettonico del palazzo, progettato fin dall’ inizio per creare un’ armonico assieme degli elementi "arte" e "architettura".

La immediata vicinanza del fiume Meno ha ispirato l’ artista Stephan Huber di Monaco nel creare uno scenario artistico unico: ha portato all’ interno del complesso lo scorrere dei fiumi Meno e Reno, rappresentati da tubi fluorescenti di neon blu, che si snodano a serpentina attraverso il grande atrio d’ ingresso e la Magistrale in scala 1: 1500. I percorsi di questi fiumi sono stati contornati da 21 statue di santi patroni ed i loro relativi simboli. Rappresentano cosí la topografia del territorio della Germania, la navigazione sui fiumi, i suoi relativi imprevisti e la possibile “assicurazione” contro eventuali infortuni durante un viaggio.

Per riuscire a canalizzare lo scorrimento del Meno all’ interno della Magistrale, il suo percorso é stato suddiviso in vari spezzoni, sistemati poi in modo leggermente sfalsati tra loro. Del Reno – ugualmente suddiviso – sono presenti soltanto la parte "bassa" del suo percorso, e la parte da Karlsruhe fino alla frontiera con l’ Olanda. Il resto del fiume "sparisce" all’ interno di due gigantesche spirali di tubi al neon. Sospesi in aria, sostenuti da una finissima rete di funi d’ accaio e cavi argentati, questi due fiumi virtuali attraversano tutto l’ edificio, sorvegliati soltanto dai santi patroni in materiale semitrasparente.

Mandelli – Centri di lavoro

"Spark", la nuova linea di centri di lavoro, realizzata dalla Mandelli SpA di Piacenza (dal 2000 parte del gruppo RIELLO SISTEMI). Questi centri di lavoro consentono a produrre una vastità di parti metalliche per vari settori industriali: Scatole cambio in alluminio e basamenti motore per il settore "Automotive" , ruote ferroviarie in acciaio per il settore "Ferrovia e Navale" e tanti altri. I componenti Wöhner sul sistema sbarre 60 mm garantiscono il funzionamento affidabile di tutti questi impianti.

Vegatec – Innevamento artificiale per “TORINO 2006”

Dalla Vegatec nel Piemonte è stato realizzato per la TOROC (comitato olimpico per gli olimpiadi invernali 2006 di TORINO) un impianto per una stazione di pompaggio a 2500 m di altitudine, per pompare l'acqua da un vicino lago artificiale fino ai cannoni sparaneve sulle piste dell' impianto a Sauze d'Oulx.
Nel quadro elettrico è  installato il nostro sistema a sbarre doppia T con relativi componenti.

Weinig – lavorazione legno con EQUES® MotorController

Semplicitá, versatilitá e piú sicurezza – tutte caratteristiche della nuova serie di adattatori.

I nuovi sviluppi nella tecnologia degli adattatori hanno contribuito in modo significativo all’ idea del sistema barre in generale. Col sistema barre da 60 mm si distribuiscono ormai valori di corrente fino a 2500 A e tutti i relativi componenti come basi fusibili o partenze motori si possono montare direttamente su questi sistemi.

Queste nuove tecnologie offrono tante possibilitá per le varie applicazioni dei nostri clienti, come ad esempio per il gruppo “Weinig”, un’ azienda leader nel settore della lavorazione del legno. Secondo il loro motto “Weinig offre di piú” anche i loro fornitori di componenti elettrici sono scelti accuratamente. Cosí la Wöhner gioca un ruolo centrale nella fornitura di alimentazioni per tutti i quadri di controllo. Soprattutto nelle macchine ed impianti di alta potenza per la lavorazione del legno massiccio si rendono indispensabili i vantaggi dei sistemi Wöhner.

Con gli adattatori EQUES® si installano le partenze motori dei vari produttori in modo molto facile e sicuro. Oltre ad un montaggio versatile e veloce é importante per l’ impiego di questi prodotti anche l’ affidabilitá degli impianti ed il servizio assistenza della Wöhner. In aggiunta alle caratteristiche giá note degli adattatori standard, la nuova serie EQUES®MotorController offre ancora piú possibilitá: grazie alla possibile sostituzione rapida di una intera partenza motore si riduce notevolmente il tempo di fermo dell’ intero impianto. Durante questa operazione le barre rimangono protette contro i contatti accidentali, cosí che le altre partenze motori parallele possono rimanere in esercizio. Molto apprezzate sono anche tutte le versioni di adattatori per componenti fino a 630 A. L’ orientamento dei nostri clienti verso i mercati internazionali é per la Woehner una sfida stimolante. L’ obiettivo é di introdurre anche in questi mercati le nostre idee sui sistemi a barre, offrendo naturalmente sia le necessarie omologazioni che la disponibilitá dei nostri prodotti in ogni paese del mondo.

Clivet SpA – Climatizzazione per il Castello Sforzesco

Impianto di condizionamento CLIVET all’ interno del Castello Sforzesco di Milano.
Clivet SpA di Feltre è una delle aziende leader nel settore del condizionamento industriale. Prevalentemente nei quadri a bordo macchina dei climatizzatori della serie "Roof Top" sono installati i nostri sistemi a sbarre per portare energia sicura soprattutto alle grandi pompe per gas e liquidi di raffreddamento.

Brose – “SECUR® PowerLiner” nel settore Automotive

Coburg/Germania – "Tecnologia per Automobili": a piú di 30 case automobilistiche di tutto il mondo il gruppo "Brose" fornisce direttamente oppure tramite produttori di sedili, componenti e sistemi per la produzione di sedili e porte per autovetture.

Con una produzione annuale di 75 millioni di unitá il gruppo "Brose" é leader mondiale per la fornitura di alzacristalli elettrici e portiere complete. Con i suoi sistemi per la regolazione dei sedili la Brose occupa la posizione leader in Europa. In Germania, la Brose é il secondo fornitore per dimensione di sistemi di chiusura portiere centralizzata. Dal 1955 il gruppo Brose é cresciuto con percentuali a due cifre quasi ogni anno e ha raddoppiato il suo fatturato mediamente ogni 5 anni. Solo tra 1995 e 2001 l’ azienda ha creato a livello nazionale ed internazionale ca. 1.700 nuovi posti di lavoro.

Negli ultimi anni il gruppo Brose ha sviluppato un nuovo corporate design per i suoi uffici e stabilimenti di produzione in tutto il mondo. Le facciate esterne come anche gli arredi interni degli edifici esistenti e nuovi sono stati progettati secondo un concetto unificato per quanto riguarda colori e materiali. Cosí si esprime anche esternamente il "claim" della azienda: elevatissimi standard a livello mondiale di innovazione, profitabilitá e qualitá.

In particolare nei suoi equipaggiamenti elettrici, la Brose usa i sistemi e componenti della Wöhner, come ad esempio il SECUR®PowerLiner, apprezzato particolarmente per il suo sezionamento sicuro con dimensioni d’ ingombro estremamente contenute. Offrendo un elevatissimo livello di sicurezza, il SECUR®PowerLiner é un ottimo esempio degli innovativi sviluppi della Wöhner: protezione completa contro i contatti accidentali in tutte le sue posizioni di servizio, contatti a molla per una manovra indipendente dalla velocitá dell’ operatore ed alimentazione sicura tramite i contatti posteriori con montaggio a scatto su tutti i sistemi barre di 60 mm di interasse. I fusibili D0, assieme ai relativi calibri, vengono posati nelle apposite cartucce delle tre fasi, eliminando cosí di avvitare i tappi, operazione necessaria con le basi D0, normalmente presente nel mercato. Per quanto riguarda questi SECUR® PowerLiner, i tradizionali clienti della Wöhner apprezzano anche il montaggio a scatto ed i suoi morsetti ben accessibili nella parte inferiore del sezionatore.

Fabio Perini – Linee di trasformazione per prodotti “tissue”

Linea di trasformazione per rotoli igienici e asciugatutto modello TIME700 della Fabio Perini SpA, (gruppo Körber Paperlink).
La Fabio Perini SpA – System Solutions per l’industria di trasformazione della carta "tissue" – ha sede a Lucca ed è specializzata nella produzione di linee per la trasformazione di carta igienica e asciugatutto (rotoli), impianti per la trasformazione di tovaglioli (prodotti piegati) e linee per la trasformazione di prodotti interfogliati.
In funzione delle diverse potenze di queste linee vengono installati i sistemi sbarre Wöhner più idonei.

Kunsthaus Graz – Centro espositivo culturale

Nel 2003 il capoluogo della Stiria, Graz sul fiume Mur, ottenne il titolo di "Capitale Europea della Cultura". Grazie a questo evento, Graz si regalò la nuova Kunsthaus, un "centro per la cultura dell'esposizione". Questo simbolo architettonico viene anche denominato "a friendly alien", poiché l'edificio biomorfico assume con l'illuminazione notturna un aspetto quasi "extraterrestre".

Per la realizzazione della nuova Kunsthaus venne indetta una gara a livello europeo che fu vinta dai rinomati architetti inglesi Peter Cook e Colin Fournier. Oltre alla particolare forma dell'edificio detta "bubble", colpiscono le numerose protuberanze che sporgono dalla superficie ("skin"). Questi cosiddetti "nozzels" sono orientati a Nord e hanno il compito di catturare la luce ottimale del giorno per le superfici di esposizione superiori.

La stessa "skin" è costituita da oltre 1300 pannelli in vetro acrilico dai tagli diversi, arcuati, trasparenti e di colore blu che formano l'involucro dell'edificio per un totale di ca. 4.800 m2. La costruzione è il prodotto di un modello di dati tridimensionale, quindi un'architettura disegnata con il computer.

Il visitatore accede attraverso la "Eiserne Haus", la casa di ferro, un edificio adiacente posto sotto la tutela dei beni culturali e realizzato con la struttura in ghisa più antica della Mitteleuropea. L'ensemble crea una interazione avvincente tra architettura tradizionale e futuristica.

Sul lato rivolto verso il Mur, l'intercapedine esterna della Kunsthaus è strutturata come "monitor urbano". Oltre 900 tubi circolari fluorescenti consentono di proiettare con rappresentazione in pixel semplici sequenze di immagini e flussi di testo. L'architettura insolita ha richiesto anche altissimi requisiti di automazione dell'edificio. Riscaldamento, ventilazione, clima, luce ecc. vengono generati dalla tecnologia LON-bus.

Una visualizzazione di questi impianti consente il controllo centrale e la manutenzione a distanza. La ditta HGA Haus- und Gebäudeautomation GmbH ha fornito è installato nella Kunsthaus Graz 17 armadi di comando e controllo.

I prodotti Wöhner provvedono invece all’alimentazione e alla protezione degli impianti elettrici e alla distribuzione sicura di energia. Per l'assegnazione dell'ordine sono stati decisivi la qualità della fornitura e dei prodotti, nonché l'assistenza fornita da Wöhner e dal suo partner, il fornitore di armadi di comando Sare.

Tunnel di Plabutsch – strada sotterranea più lunga d'Europa

Sulla A9, l'autostrada del Phyrn, che collega Sattledt al valico di frontiera di Spielfeld, 35 dei 206 chilometri vengono percorsi attraverso 16 tunnel. Il più lungo, il tunnel di Plabutsch, si estende per 10 km ed è la galleria a doppia carreggiata più lunga d'Europa. Attraversa il versante occidentale di Graz e sbocca nei collegamenti dei Balcani con la Mitteleuropea. Il tunnel fu inaugurato nel 1987 e originariamente aveva una sola carreggiata. Nel luglio del 1999 fu cominciata la costruzione della seconda carreggiata. Il 17 dicembre 2004 nel tunnel di Plabutsch il traffico funzionava a pieno ritmo. In questo impianto moderno è stato necessario un elevato dispendio tecnico per ottenere il massimo standard di sicurezza nella costruzione sotterranea. Per la prima volta, è stato impiegato in una galleria un sistema di riconoscimento gas di combustione per la prevenzione degli incendi. Sono stati sviluppati addirittura moto-estintori per interventi di emergenza in caso di code.

Anche i requisiti per le tecnologie elettriche e di sicurezza erano altissimi. L'esecuzione del sistema di gestione centrale e degli impianti di comando è stata effettuata grazie alle soluzioni RWE. I componenti elettrotecnici degli impianti di comando sono stati forniti da Schrack Energietechnik. La realizzazione della maggior parte dei componenti e dei sistemi è stata invece affidata a Wöhner Ges. mbH.

Per Wöhner, leader delle innovazioni nella tecnica dei sistemi a barre, sono stati fondamentali temi quali sicurezza, qualità, efficienza e flessibilità.

Johannes Götz, responsabile delle aree commerciali di produzione e montaggio presso RWE, in merito alla collaborazione con Wöhner ha riferito quanto segue: "Abbiamo deciso di servirci dei prodotti di Wöhner, per via degli altissimi requisiti di qualità e sicurezza. Oltre alla vasta gamma di prodotti, ci hanno convinto il supporto e la consulenza dimostrati nella fase preliminare della progettazione".

Trova il tuo contatto


Alla pagina dei contatti

Wöhner Italia S.R.L.
Viale Tunisia, 29
20124 Milano
Italia

Tel. +39 02/636 70-11
Fax +39 02/636 70-129
info@wohner.it
Modulo contatti

ProdottiProdotti ConfiguratoreConfiguratore ContattoContatto